Helmut Kohl “fu l’architetto della riunificazione tedesca ma ha anche lavorato per la riconciliazione della storia e della geografia europea” e “pianse” quando “il 13 dicembre del 1997” il Consiglio europeo annunciò l’allargamento all’Europa centrale e orientale, ha ricordato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nel corso della cerimonia per l’ex cancelliere tedesco.

“Durante il pranzo dopo il Consiglio Ue chiese la parola e disse con voce rotta dal pianto che quella giornata di apertura faceva parte delle giornate più belle della sua vita, un momento storico, dopo tutta la miseria che la Germania aveva inflitto all’Europa”, ha aggiunto.

Juncker ha poi ricordato che Kohl aveva “voluto portare avanti con il cuore le relazioni con Israele” e da “storico capiva l’enorme importanza della Russia” e “contro lo spirito del tempo aveva adottato il doppio binario” nel campo della Nato.

Leave a Reply

  • Loading stock data...

0
%

This slideshow requires JavaScript.

Hephiklis Publications L.td-Srl
Hephiklis Act
Ekfrasis Consulting. S.r.l